Brutta storia, un periodo difficile, e rieccoci oltre il quintale (105.6 kg) a fare i conti col da farsi.

Mi sono distratto, la vita mi ha distratto e ho iniziato a trascurare l’aspetto alimentare tanto quanto quello dell’attività fisica. Poi sono arrivate le vacanze e chi ha voglia di rimettersi a dieta durante un viaggio in Alsazia?

Non fa niente, non può fare niente perché così sono andate le cose. La mia negligenza e l’esigenza di trovare qualcosa di soddisfacente in frigorifero mi han fatto bruciare mesi di lavoro, ma in fondo è tutto un cadere e rialzarsi, no? Più o meno in ogni sfumatura, no?

Devo fare i conti con questi periodi dove non sembra esserci spazio alcuno per la gestione del peso o della salute in generale. Intanto, ci rimettiamo al passo con un monitoraggio alimentare e un’ora di camminata veloce giornaliera sul tapis.