Siamo di fronte ad un altro prodotto di origine monastica, di fatto dell’Ordine dei Minimi ovvero quello fondato da San Francesco da Paola.

Questa bevanda, Doppelbock, era un prezioso nutrimento per i monaci dell’ordine stabilitisi a Monaco, in Germania. Bisogna considerare che i Minimi seguono un quarto voto, quello della vita quaresimale. Da qui si apprezza anche il nomignolo affibbiato alla Doppelbock (e anche a varie altre birre), cioè “pane liquido”.

Se avete letto Ken Follett sapete sicuramente quanto la “birra scura” venisse usata nei monasteri come nutrimento quasi imprescindibile.

E questa caratteristica non è mal riportata in quanto la ricetta originale della birra la prevedeva addirittura più dolce.

Veniamo alla nostra Arcobrau Coronator. Vi faccio notare che il suffisso -ator è presente in molti nomi di doppelbock, Paulaner Slvator, Ayinger Celebrator, Spaten Optimator eccetera… Pare per richiamare la parola “salvator”, identificando lo stile e avvantaggiandosi un poco della scia di apprezzamento che queste birre hanno ricevuto storicamente.

Com’era per me

Io di base adoro le doppelbock, una delle mie bevute del cuore del 2018 è stata una Paulaner Salvator a caduta presso il Pub Marien Platz di Aprilia. Questa Arcobrau si presenta in tutto e per tutto nel suo stile.

Ha una importante presenza alcolica, 7,2%, ma mai fastidiosa. Di colore marrone molto scuro e con schiuma densa.

Il sapore carico di malto è piacevole, tostato più del solito, ma al punto giusto. Appena presente il cioccolato e il caramello. Un profumo che me lo spruzzerei addosso! 🙂

Zuccherina e poco carbonata, non mi ha fatto capire se fosse presente il luppolo. Per non barare, non ho guardato gli ingredienti.

Apprezzo tantissimo il taglio da 500 ml se la birra mi piace 🙂 . L’ho bevuta come vuole la tradizione, nel boccale di ceramica.

Altra buona notizia è che lo stile doppelbock non va troppo di moda per cui mezzo litro di questo nettare costa relativamente poco.

Com’è per gli altri

Chi l’ha bevuta dice:

Su Untappd ha un rating di 3,62/5.

Su RateBeer ha un rating di 3,44/5.

Su Beeradvocate ha un rating di 4,08/5.