Molti di voi già li conosceranno, mentre altri stanno per scoprirli in queste righe. I kit foto-incisi sono un ottimo passatempo: non sporcano, non servono quasi attrezzi (almeno per farli a livello base), non c’è colla da mettere e poi fanno un gran figurone una volta esposti.

Conobbi questi kit per caso, in qualche articolo in giro o chi-si-ricorda. Nello specifico venni a conoscenza di questa azienda USA, la Fascinations che produce tutta una serie di modelli tra cui, indovinate un poco, Star Wars!

In pratica voi acquistate anche da Amazon il kit, e vi arriva una busta con istruzioni e 2-3 fogli metallici. Il vostro compito è seguire le istruzioni e rimuovere i pezzi, piegarli, assemblarli, incastrarli e sistemarli.

Non costano tantissimo, ma nemmeno tanto poco. Si aggirano tra i 13 e i 20 euro però offrono almeno 3-4 ore di divertimento modellistico.

Io ho comprato e montato un R2-D2 di questa azienda e anche un X-wing. Il Falcon non lo trovai in Italia (a ridosso dell’uscita di Episodio VII era tutto esaurito) ma in Giappone al solito prezzo di circa 13-15 euro. Ovviamente le istruzioni, per il poco testo che hanno, erano in giapponese ma fu la stessa Fascinations a indicarmi dove scaricare quelle in inglese.

La cosa interessante è però che gli stessi kit, o quasi, si trovano per meno di 2 euro su Aliexpress e compagnia. Così, per curiosità e per fare un confronto, ho montato questo AT-AT e sono rimasto piacevolmente sorpreso.

La finitura della superficie del metallo è diversa da quello che ho provato precedentemente. Il Fascinations è tutto lucido mentre il cinesotto parecchio opaco. La resa finale la vince il Fascinations, ma una bella mensola piena di cinesotti fa anche la sua porca figura.

Devo anche dire che come incastri e tolleranze dello stampato, il cinese non invidia nulla al Fascinations.

Il motivo per cui mi diletterò ancora un poco con questi modelli è che le parti fotoincise si usano anche in modelli plastici. Nello specifico il Millennium Falcon DeAgostini può contare su una ottima quantità di parti fotoincise sviluppate da Paragrafix. Le vedremo poi.

Qualche suggerimento per godersi la realizzazione di parti e modelli fotoincisi:

  1. Se per tagliarle dallo stampato decidi di usare il cutter (più figamente chiamato Exacto-Knife) devi assolutamente evitare i tappetini di gomma come quelli appositamente venduti per il taglio, i cutting mat. Devi evitarli perché facendo forza con la lama piegheresti il pezzo prima di tagliarlo. Ti tornerà invece molto utile un pezzetto di plexiglass o vetro. Per tagliare usa, a differenza mia, una lama curva e azionala come fosse un coltello da chef, con la punta sempre sul piano.
  2. Dopo aver rimosso il pezzo dovrai limare un pochino la sbavatura rimanente con una lima in ferro o della carta vetrata. Per farlo muoviti lungo il pezzo e se proprio non riesci e devi muoverti in via trasversale, fai come me e “pinza” il pezzo tra due mattonelle di plexiglass. Questo ti permetterà di non piegarlo durante la limatura.
  3. Se hai solo delle pinze dentate, per non rigare i pezzi, metti del nastro isolante o dei tubetti di gomma. Questo metallo infatti si graffia molto facilmente e poi tali graffi te li ritrovi esposti e in vista sul modello.
  4. Per sagomare le parti tonde, prendi il tuo tempo e usa dei pennarelli, penne, siringhe e altro via via più vicini alla curva che ti serve. Se hai pazienza e ti guardi in giro per casa, troverai tutto quello che serve. Ad esempio: flacone di deodorante, lacca, trucchi della compagna, penne, siringhe, bicchieri, barattoli….
  5. Ovviamente, prima di fissare piegando o torcendo i pin, verifica che tutto sia apposto. Spesso è impossibile addirizzare alcuni componenti una volta fissati.

Tutto qui, ecco come io ho realizzato il modello cinese di AT-AT

Mi scuso per la qualità delle foto, ma sono precedenti alla realizzazione dell’attuale setup.

Addio lame

Vi consiglio di tenere da parte una lama appositamente per questo tipo di lavorazioni. Guardate come ho ridotto la mia povera Olfa. In più vi ripeto di utilizzare lame curve oppure le apposite tronchesine che però mi sono arrivate dopo il modello. Presto posterò qualcosa a riguardo.