Questo gioco si fa su un gruppo Telegram e si basa su poche semplici regole che servono per stabilire un linguaggio comune con i giocatori.

La premessa è che il giocatore trova un comunicatore, una pergamena, una conchiglia o un dildo di gomma che gli permette di comunicare con degli sconosciuti. Da ora lo chiameremo COM.

  1. I messaggi scritti semplicemente sul gruppo Telegram corrispondono a frasi scritte sul COM.
  2. I messaggi racchiusi tra parentesi quadre rappresentano la descrizione di un’azione [apro piano la porta].
  3. I messaggi tra apostrofi “” sono invece delle frasi dette in gioco e possono sentirle solo i giocatori che in quel momento sono vicino al giocatore.
  4. Uno tra i giocatori, possibilmente il fondatore e amministratore del gruppo, è lo Zeus. Lui è l’unico che può contattare privatamente i giocatori ed è colui che genera gli eventi. Scrive tra parentesi graffe {} o in grassetto e può determinare la sorte di un’azione.
  5. Ognuno risponde quando può ma deve per forza rispettare il tempo di gioco. Se l’azione è andata avanti e non ci si è potuti connettere a Telegram non puoi prendere un messaggio di due giorni prima e rispondere. Puoi al massimo spiegare che cazzo di fine avevi fatto.
  6. Nessuno può inviare un messaggio se compare l’avviso che qualcun altro sta scrivendo. Questo serve a rispettare un minimo d’ordine.
  7. Si possono postare immagini, foto, ma non link. Se si interpreta un personaggio degli anni passati si può fare uno schizzo a penna e fotografarlo ma non usare fotografie.

Esempio di una sessione.

Giocatore_1: dosdfds…….hhewojih… “Ma che cazzo hai in bocca? Lascialo subito Ronald! Subito ho detto! Che ti ho mandato a fare alla scuola per cani? Eh? Eh?”

[Il mio cane stava masticando una roba che io afferro e, pulita la bava con un kleenex, mi sembra sempre più un telefonino degli anni 90, ma è acceso! Provo a scrivere.]

Mi legge qualcuno?

Giocatore_2: Io ti leggo. Chi sei? “No Monia, non ci vengo a cena da tua madre! Nemmeno se mi minacci di perenni notti in bianco. Tanto se la guardo poi non dormo lo stesso! Al massimo rifaccio l’abbonamento di WarCraft.” [Sento la mia ragazza implorarmi di mangiare il polpettone coi suoi, stringo forte le chiavi in tasca per provocarmi delle ferite ed imparare a scegliere meglio le mie frequentazioni.]

Giocatore_1: Io ho trovato questo telefonino mentre portavo Ronald a passeggio. Ronald è il mio cane, lo ho comprato a mia figlia ma lei adesso non può più prendersi cura di lui… [guardo in cielo e accarezzo il cane]

Giocatore_2: Oddio mi dispiace per tua figlia. Quanti anni aveva?

Giocatore_1: No, ma che hai capito? Lavora sulla ISS, è un’astronauta! [sorrido, è una battuta che facciamo sempre anche tra di noi: lei ci guarda da lassù.]

Zeus: {un’auto investe una persona che stava comprando un kebab a 200 metri da Giocatore_2 e scappa via}

Giocatore_2: [Chiamo l’ambulanza ma non mi avvicino perché ho paura del sangue. Chiamo pure la polizia che non si sa mai. Si forma una piccola folla e la gente inizia a gridare: “fatela respirare!”, che è ormai nota come cura universale degli incidenti in strada]. Non puoi capire che è appena successo: ho visto una donna venire investita da un pirata della strada!

Giocatore_3: “Funzioni? Attivati e mostra tutte le tue opzioni. Avvia un canale per Sonda43 e smettila di tradurre tutto in terrestre antico.” [sul mio palmare acquisto la conoscenza del terrestre antico e la scarico nel data-brain. Ora posso comprendere tutte le scritte di questo strano comunicatore. L’ho ritrovato nel baule stagno di mio nonno. Era rimasto sulla Stazione Novys per 300 anni.]

Opzioni? Option? Help? Man? Guida? [sto quasi per lanciarlo dalla camera di compensazione, ma sono curioso di capire come fa ad essere ancora acceso. Le celle perenni non furono inventate che 200 anni fa. Sono un tecnico, le so queste cose. Vado a prendere dei cacciaviti per aprirlo.]

Giocatore_1: Fermi un attimo tutti. È tipo uno scherzo questo? Di quelli che finiscono su internet? Mi state prendendo per il culo?

Giocatore_3: “prendere per il culo? Il significato è segnalato come inappropriato e quindi inaccessibile” [poggio il comunicatore su un ripiano magnetico e inizio le procedure per far girare l’astronave]

Giocatore_2: Nono, che per culo? Qui stanno portando via la signora. Cazzo ma è mia suocera! SIIIIIIII!

Zeus: {quella donna era solo vestita come tua suocera, ma alla fine scopri che non lo è}

Giocatore_1: oddio!

Giocatore_3: [continuo a manovrare con l’astronave e ad ignorare le notifiche, non sono mai stato bravissimo con gli attracchi dinamici]

………………

E via così, seguendo la propria fantasia e la voglia di interpretare un personaggio a cui capita una cosa strana.

Questo gioco l’ho inventato così per passare il tempo con degli amici e adesso l’ho sottoposto all’Umarellissimo ed esperto Marco Andreetto di GDR-Unplugged per qualche consiglio più tecnico. Se anche voi avete dei suggerimenti, scrivetemi pure.