Non sono affatto un esperto di birra, ma sto scoprendo tante cose a riguardo e voglio iniziare a tenere traccia delle sensazioni che mi regalano questi prodotti.

Comincerò da Porpora di Birrificio Lambrate, che è la mia ultima bevuta.

Giusto per rafforzare quanto io ho apprezzato questa birra, vi informo che nel 2008 ha portato a casa il primo posto in classifica come Birra dell’anno Unionbirrai e nel 2011 quello del CIBA – IBF.

Il nome pare non abbia nulla a che vedere col colore o con la donnina in etichetta (bella l’etichetta!). Piuttosto è un omaggio alla Via Porpora che si trova vicino il birrificio, a Lambrate.

Com’era per me

Ripeto che non sono un esperto e queste sono considerazioni da novellino, ma il gusto di questa birra non può non ricordare immediatamente il malto. Va servita a 6-8°C nel bicchiere Willi Becher secondo il produttore, ma io credo di averla apprezzata maggiormente sui 10°C, forse 12. Come bicchiere ho usato un Teku, forse un peccato imperdonabile 🙂

Al palato arriva ricca e dolce ma il luppolo interviene a contenere la dolcezza immediatamente. Mi ha ricordato il natale. Avrà pure 8° alcolici ma vi sfido a sentirli. È sicuramente una birra che terrei più che volentieri nella mia scorta personale, presto mi recherò al loro birrificio a fare un shopping.

Il produttore mette a disposizione una scheda riassuntiva in PDF se vi interessa.

Com’è per gli altri

Su Untappd ha un rating di 3.67/5.

Su Ratebeer ha un rating di 3.46/5.

Su Beeradvocate ha un rating di 3.71/5.