Verniciare con l’aerografo è divertente e alle volte indispensabile per ottenere un certo effetto. Se devi verniciare dei pezzi piccoli, come quelli dei Gundam ad esempio, dovrai bloccarli in qualche modo.

La soluzione più usata consiste, che tu la costruisca o la compri già fatta, in delle crocodile clips fissate su dei bastoncini in bambù. Chiaramente vi sono sistemi leggermente più evoluti in vendita ma tutti peccano di due grandi difetti secondo me:

  1. Le clip a coccodrillo sono abbastanza forti e spesso segnano i pezzi. Certo puoi cercare i pin e gli spot meno in vista, tuttavia non sempre te la cavi senza danneggiare il pezzo o comprometterne la struttura.
  2. Hanno il maledetto vizio di sparare molto lontano il pezzo se perdono la presa.

La soluzione

Bazzicando il mondo dell’elettronica sono venuto in contatto con alcune cosine davvero interessanti e, come sempre, dove si incontrano due mondi vengono fuori spesso soluzioni molto utili.

Una di queste è sicuramente quella di usare delle sonde digitali come “pinzette” minuscole e gentili per l’aerografo. Queste sonde son fatte per agganciare i reofori dei componenti o, più spesso, i pin dei circuiti integrati. Quello che ci interessa ora è come usarle per la verniciatura.

Ho fatto due versioni del sistema:

  1. Dritta sullo stecco di bambù: della semplice colla calda e una guaina termorestringente per tenere tutto a posto nel caso con il phon (che uso quando vado di fretta per asciugare i pezzi) dovesse sciogliersi la colla. È abbastanza improbabile a dire il vero, ma piuttosto che raccogliere pezzi appena verniciati da terra…
  2. Pieghevole su uno spudger di plastica: quegli stecconi enormi di plastica blu che vedete, vengono sempre dal mondo dell’elettronica e si usano per aprire i dispositivi o cose così. Un foro, una vite molto piccola ed è fatta. Vi consiglio di usare un poco di fermafiletto in questa realizzazione così non si sviterà facilmente quando lo ruotate.

È davvero tutto qui, vi rimando al video per il procedimento che è davvero semplicissimo. Se avete dubbi, scrivetemi pure.