Scrivo questo post più per me che per voi, a memoria che una cosa fatta male è una cosa che devi fare 2 volte!

Anche per molti progetti pubblicati su questo blog mi avrete visto usare un aspirapolvere portatile a batteria, davvero molto comodo per aspirare trucioli di qualsiasi cosa e polveri sul posto. Per chi me lo aveva chiesto, è questo.

Il problema è che non è uno strumento fatto per questo scopo e iniziava a soffrire visibilmente tra polveri troppo sottili, pezzi di plastica e sbavature di alluminio. Senza citare i lubrificanti… OK, l’ho maltrattato un poco ma è così comodo!

Si è resa dunque necessaria una manutenzione straordinaria fatta di una pulizia approfondita mediante aria compressa e un bel lavaggio in acqua e sgrassatore.

Qui è finito l’entusiasmo e ho lasciato i pezzi semplicemente ad asciugare per notare, giusto il giorno dopo, che le viti iniziavano ad arrugginire. Bene, immaginate che la vostra signora possa essere contenta di avere un aspirapolvere arrugginito? La mia no e ho dovuto provvedere.

Una cosa veloce

Via le viti, WD-40 in ogni dove e del grasso al silicone per le guarnizioni che hanno anche loro sofferto un poco lo sgrassatore. Avrei dovuto fare tutto questo subito dopo il lavaggio ma era domenica..

Stavolta me la sono cavata con poco ma se si fossero rovinate le guarnizioni, per dire, sarebbe stato un problemino costoso da risolvere.